Sperare si può?

http://torino.repubblica.it/cronaca/2011/05/14/news/per_il_salone_numero_25_picchioni_sogna_un_cantiere-16216218/?ref=HREC1-10

Nel montare delle notizie deprimenti ,  quella che si può leggere al link riportato sopra è invece decisamente controcorrente: al Salone del Libro di Torino la gente fa la fila al botteghino per acquistare i biglietti d’ ingresso, come se al Lingotto si svolgesse un concerto di qualche star del rock.

Se questo volesse dire che si sta diffondendo l’ amore per la lettura, per i libri e per la cultura, vorrebbe dire che per questo paese in declino qualche speranza di rinascita esiste ancora….  

Quelli in fila a Torino  appartengono  certo a quella maggioranza di Italiani che ripudiano la volgarità , il qualunquismo  e l’ illegalità che ci stanno sommergendo: sarebbe bello se finalmente riuscissero a trovare il modo di superare diffidenze reciproche per dare  nuovo corso alla vita di questo paese.

Domani si vota in molte città e lunedì sapremo se possiamo davvero sperare.