A Erba esplode la voglia di leggere.

http://www.laprovinciadicomo.it/stories/erba/216516_erba_prestiti_raddoppiati_in_un_anno_alla_biblioteca/

Fino a un anno fa la Biblioteca comunale di Erba era situata in alcuni locali di un’ antica villa un po’ distante dal centro: la collocazione era suggestiva, ma forse poco razionale.

Poi è stata inaugurata la nuova sede in una costruzione moderna, progettata ad hoc, dotata anche di un ampio parcheggio esterno e questo ha prodotto un prodigio: gli Erbesi hanno scoperto il piacere della lettura !!! I prestiti sono raddoppiati nel giro di un anno.

 Va riconosciuto alla precedente giunta di sinistra il merito di aver voluto realizzare quest’ opera che la cittadinanza mostra di apprezzare vivamente.

L’ ospedale di don Verzè sull’ orlo del baratro.

Ho avuto modo, purtroppo,  di  conoscere vari ospedali  e tra questi non è mancato il S. Raffaele di don Verzè, che si presenta come una vera e propria cittadella della salute. Negli ultimi tempi poi era tutto un enorme cantiere: sono stati  portati a termine il parcheggio sotterraneo e l’ hotel per i parenti dei pazienti provenienti da zone lontane e altri padiglioni di cui non conosco la destinazione d’ uso erano in via di allestimento.

Ciò che più mi colpiva era la gran profusione di marmi e di elementi ornamentali, come monumenti e fontane e mi chiedevo se non sarebbe stato meglio scegliere uno stile più modesto e parsimonioso a vantaggio  di investimenti più produttivi….

Ora leggo con stupore quanto viene raccontato qui http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/11_giugno_30/san-raffaele-debiti-san-donato-offerta-procura-ospedale-190989839596.shtml    e la domanda sorge spontanea (come diceva Lubrano) :  su quali risorse il S. Raffaele pensava di poter contare? Si è prosciugato un canale di finanziamenti a causa della crisi ? Sarebbe interessante saperlo…