La moda delle “piccole miss”.

http://www.repubblica.it/esteri/2011/06/27/news/miss_usa-18265264/

Ho sentito leggere alla radio questo articolo sulla moda americana dei concorsi di bellezza per “piccole miss”: bambine piccolissime, strappate ai loro giochi  per partecipare a competizioni che comportano lunghe sedute di trucco e parrucco e  spese ingenti per abiti da sfilata. Le famiglie si indebitano a volte nella speranza di una vittoria , che aprirebbe le porte a ricchi contratti pubblicitari. E’ un vero sfruttamento di minori , che spesso comporta gravi turbamenti del processo evolutivo delle “piccole miss”  ( o sarebbe meglio dire “piccole vittime?).

Fortunatamente si stanno levando molte voci di  protesta contro questo fenomeno.

Qui  da noi non c’ è ancora  niente di simile, però in TV le trasmissioni con i bambini non mancano e, sebbene in misura minore, anche in quelle situazioni c’ è una parte di sfruttamento dei piccoli divi , senza preoccuparsi troppo di cosa potrà accadere loro alla fine dello “show”