Se non ora, quando? …. tutte a Siena.

 «Per strade e radici diverse, a Siena, si incroceranno donne che vengono dal sindacato, dalla politica, dalla cultura, dall´arte, dalla società civile: da Susanna Camusso (Cgil), a Giulia Buongiorno, Flavia Perina (ex direttrice del Secolo d´Italia), Paola Concia e Rosy Bindi (Pd), Lorella Zanardo (regista del documentario «Il corpo delle donne») Sabina Castelfranco (corrispondente Cbs), Cristina e Francesca Comencini, Sofia Sabatino (Rete degli studenti), Souheir Katkhouda (dell´Associazione donne musulmane)» e altre migliaia di donne, molte ancora senza ruolo, che da Siena vogliono riprendere la rotta e indicare alla politica le priorità di una battaglia di contenuti, di sostanza” http://www.unita.it/donne/se-non-ora-quando-siena-la-forza-delle-donne-1.311979

Le prime a far scricchiolare il muro di gomma dell’ apatia nazionale sono state le donne e oggi quelle stesse donne, al di fuori e al di sopra delle idee politiche si riuniscono a Siena per discutere di lavoro, corpo, rappresentanza e maternità.

Forse per la loro stessa natura le donne sono più proiettate verso il futuro , perchè si preoccupano  di cosa accadrà ai loro figli (inciso: in Africa le organizzazioni assistenziali consegnano gli aiuti alle donne , che li portano ai loro figli, mentre gli uomini li utilizzerebbero per sè) per questo sentono, prima del resto della società, la spinta a fermare la corsa verso il nulla che ci sta travolgendo.

Forza donne! Non sono tra voi, ma sono certamente e ugualmente con voi!