Prima di dormire ….

Durante la giornata Samuele (5 anni fra poco) è stato messo in castigo dalla sua mamma dopo averla esasperata con una serie di capricci. Arriva il momento della nanna e Samuele ama aprirsi alle confidenze ….
– Mamma, è proprio vero che è il cervello che ci comanda di fare le cose? –
– Certamente! – risponde ingenuamente la mamma, contenta di quel momento di dialogo serale a cuore aperto.
– Allora è il mio cervello che mi dice di fare il bravo? –
– Proprio così…-
– Ed è sempre il mio cervello che mi dice di fare il birichino? –
– Temo di sì…- risponde la mamma che già comincia a capire di essere caduta in una qualche trappola.
– E allora perchè quando sono birichino metti in castigo me e non il mio cervello?-

Birbante d’ un Samuele!!! Per mettere in castigo il tuo cervello la tua mamma dovrà negargli l’ accesso al computer e ai suoi cartoni preferiti, non ti pare?

Un negozio di “usato” per bambini.

E’ risaputo che gli indumenti e le attrezzature per bambini, soprattutto quelli dei primi mesi di vita, vengono utilizzati pochissimo per la crescita rapidissima del bebè. Per questo da sempre nella mia famiglia e tra i vicini e conoscenti siamo sempre ricorsi al riciclo di abitini, lenzuolini, copertine, scarpette, bavette e giocattoli vari, ottenendo il risultato di risparmiare e anche di poter recuperare spazi negli armadi e nei ripostigli quando queste cose non servivano più.

Ora c’ è chi si è inventato un business legato proprio a questa realtà e anche a Erba c’ è un negozio dove è possibile trovare articoli usati per bambini (ma dalla vetrina ho visto anche articoli per adulti). Lo si può trovare in Via Mazzini e credo che valga la pena di fare una visita .
Di questi tempi risparmiare è d’ obbligo e riciclare, riutilizzare fa bene anche all’ ambiente.

P.S. a livello nazionale esiste una catena di negozi chiamata “Baby Bazar”.