Il mito della rete.

Il M5s pare avere nella “rete ” il suo “deus ex machina” il toccasana di ogni problema e attribuisce agli iscritti al blog di Grillo un potere che è spesso solo fittizio, una finta democrazia…. Lo dimostra questo articolo scritto dall’ onorevole Giuditta Pini del PD. In esso la giovane deputata modenese dimostra come la proposta di legge elettorale portata avanti dai grillini non sia affatto stata scritta dalla fantomatica “rete” ma sia in realtà la fotocopia di una proposta già presentata precedentemente.

Troppo spesso i grillini giocano sulle parole per arrogarsi meriti o “diversità” che non sempre corrispondono alla realtà delle cose… e Giuditta è frequentemente impegnata a smascherare queste piccole furbizie…

Tempo di tasse …e di computer.

Il Comune di Erba comunica che non ci saranno sanzioni a carico di chi pagherà in ritardo la TASI. Mi pare una mossa intelligente, visto il gran caos che il pagamento di questa nuova tassa ha provocato un po’ ovunque. C’ è da dire che gli uffici comunali di Via Diaz hanno offerto la loro assistenza a molte persone in difficoltà, evitando l’ ulteriore aggravio di spesa nel caso si  fosse dovuto ricorrere al commercialista o al CAAF.

Sono andata anch’ io una mattina in quegli uffici e non vi dico la coda !!! Il piccolo corridoio all’ ingresso era affollatissimo dalla gente che andava a chiedere l’ appuntamento per ottenere il calcolo della tassa (quindi era necessario recarsi due volte al catasto di Via Diaz).

Non ci voleva molto a capire che avrei dovuto aspettare a lungo il mio turno e quindi son tornata a casa , confidando nell’ aiuto del computer.

Ed è stato così: cercando su internet un sito ad hoc (Agenzia delle Entrate oppure “Il sole 24 ore”) , mi è bastato inserire il codice del comune e la rendita catastale e nel giro di qualche millesimo di secondo il computer aveva risolto il problema.

Qualche vicino che si dibatteva in calcoli complicati anche se non impossibili, voleva avere una conferma dell’ importo da versare e ha chiesto la mia collaborazione, che ho offerto con piacere….

Ecco un’ ulteriore prova di quanto oggi un computer possa semplificare la vita….e quindi dico a tutti gli abitanti di Erba e dintorni di non lasciarsi sfuggire l’ occasione offerta dal progetto “Invecchiare in Erba”, che prevede per il prossimo autunno un corso gratuito di utilizzo del computer .

Notizie per un giorno di quasi estate….

Sta per finire una giornata caratterizzata da notizie che difficilmente possono passare inosservate:

* quando ieri si è saputo del triplice omicidio in provincia di Milano, subito il pensiero è volato ad un nuovo delitto in famiglia: chi poteva prendersela con due bambine così piccole se non un padre criminale? E oggi è arrivata la confessione….spero solo che sia un folle , che abbia agito senza rendersi conto di quel che stava facendo….non si può pensare che un padre arrivi a uccidere le sue creature solo perchè , insieme alla madre, sono diventate una zavorra fastidiosa , un ostacolo verso una nuova relazione.

* è di poco fa la notizia che è stato trovato il presunto assassino di Yara Gambirasio, dopo quattro anni di indagini: anche questo è un padre di famiglia con tre figli !!!!!Se verrà provata la sua colpevolezza, spero che passi tutto il resto della sua miserabile vita dietro le sbarre e che non gli vengano riconosciute attenuanti o sconti di pena di nessun genere mai….

* accade a Roma : un bambino down non viene accettato in un centro estivo privato : la sua presenza potrebbe infastidire gli altri bambini , ma ancor di più i genitori degli altri bambini e quindi causare l’ allontanamento di qualcuno di loro.

Quest’ ultima è la notizia più triste di tutte (le altre sono sconvolgenti) perchè non posso concepire che ancora oggi ci sia tanta meschinità nei confronti dei bambini “speciali”. Durante gli anni di insegnamento ho  avuto occasione di seguire bambini con difficoltà di vario genere e devo dire che la loro presenza nel gruppo si è sempre dimostrata un’ occasione educativa straordinaria per i compagni e un incentivo a migliorare la mia opera di insegnamento a vantaggio di tutti i bambini….

 

 

Goal ! (di Saba)

In tempo di mondiale non si può non ricordare la poesia di Saba: GOAL

Il portiere caduto alla difesa
ultima vana, contro terra cela
la faccia, a non veder l’amara luce.
Il compagno in ginocchio che l’induce
con parole e con mano, a rilevarsi,
scopre pieni di lacrime i suoi occhi.
La folla- unita ebrezza – per trabocchi
nel campo. Intorno al vincitore stanno,
al suo collo si gettano i fratelli.
Pochi momenti come questo belli,
a quanti l’odio consuma e l’amore,
è dato, sotto il cielo, di vedere.
Presso la rete inviolata il portiere
– l’altro – è rimasto. Ma non la sua anima,
con la persona vi è rimasta sola.
La sua gioia si fa una capriola,
si fa baci che manda di lontano.
Della festa – egli dice – anch’io son parte.

Come sono ben tratteggiati i sentimenti dei protagonisti di questo momento sportivo. Bravo Saba!

E Bush diceva che tutto era risolto….

Avete letto questo articolo? In Iraq i ribelli stanno avanzando velocemente verso Bagdad, ma nel frattempo sono riusciti a mettere le mani su un capitale ragguardevole in denaro e lingotti d’ oro, prelevato da una sede della banca nazionale. Così si sono procurati i finanziamenti per portare avanti il loro progetto politico di disegnare nuovi confini per nuovi stati.

Obama dice che non manderà soldati in Iraq e credo sia la scelta giusta, visti i risultati dei precedenti interventi in quei territori: tante vittime civili, tanti soldati uccisi o traumatizzati per sempre, tanti orrori a cosa sono valsi? Se ripenso ai toni trionfali di Bush (figlio), che diceva che tutto era stato risolto dopo aver cacciato Saddam Hussein, mi viene proprio da dire: come è che un tipo simile ha potuto arrivare a comandare le sorti del mondo? Forse è da ripensare anche la nostra democrazia.

Sarà bene che i  popoli dell’ Iraq e dintorni decidano da sè come vogliono vivere….

Venerdì 13.

Quanti Venerdì 13 ho vissuto? Non saprei proprio contarli, ma sono certa che sono stati tanti eppure non ho nessun ricordo nefasto da associare a un venerdì 13 di un qualsiasi mese o anno della mia vita. Questo mi sembra già una buona dimostrazione del fatto che ogni superstizione al riguardo dev’ essere destituita di ogni fondamento.

Riguardo alla cattiva fama del venerdì si dice che, per i cristiani, sia da attribuire al  fatto che Gesù è morto di venerdì, mentre per i musulmani al fatto che Adamo ed Eva sarebbero stati cacciati dall’ Eden di venerdì  (!!!! chi e come abbia potuto stabilire questa collocazione temporale è per me stupefacente).

Riguardo invece alla cattiva fama del 13 , le possibili spiegazioni sono tante e fanno riferimento a varie culture.

Avevo sempre pensato che fossimo noi Italiani in particolare a restare legati a certe superstizioni e che altrove, in forza di un più elevato livello di istruzione, non ci si facesse caso , ma ho dovuto ricredermi.

Ero in un ospedale di Londra ad assistere un familiare e ho visto gli inservienti temere addirittura di pronunciare il numero 13; inoltre il letto che portava questo numero era il solo rimasto vuoto e quando per un’ urgenza fu occupato, nessuno si avvicinò a quella paziente per tutta una domenica, nemmeno per ritirare la biancheria da lavare; solo al lunedì, con l’ arrivo dei dottori i servizi tornarono nella normalità.

E dire che da noi molti vorrebbero fare 13 (al totocalcio)!!!!

L’ inferno nel cuore.

Ricordate la memorabile pagina del Manzoni che parla del pentimento dell’ Innominato?

Appena introdotto l’ Innominato, Federigo gli andò incontro, con volto premuroso e sereno, e con le braccia aperte, come una persona desiderata.
I due, ormai soli, stettero muti per un momento, il primo a cercare equilibrio tra le due passioni contrastanti del suo animo, l’ altro a cercare l’ approccio più adatto per parlargli.
Così, il Borromeo rompe il ghiaccio: “Che preziosa è questa visita! E quanto vi sono grato d’ una sì buona risoluzione; quantunque per me abbia un pò del rimprovero!”
“Rimprovero?” Esclamò il signore meravigliato,ma anche grato che il cardinale abbia deciso di rompere il ghiaccio con un qualche dicorso.
“Certo, perchè da tanto tempo, tante volte, io sarei dovuto venir da voi.”
“Da me?! Voi! Ma v’hanno detto bene il mio nome?”
“Proprio per questo provo la consolazione che io sento. Vi pare che possa essere tale per uno sconosciuto? Siete voi che me la fate provare; voi che io ho tanto amato e pianto, per cui ho pregato. Ma solo Dio sa fare le meraviglie, e supplisce alla lentezza dei suoi poveri servi.”
L’ Innominato ascoltava in silenzio quelle parole di quel dire così infiammato e che rispondevano con tanta risolutezza a ciò che non aveva ancor detto e non avrebbe mai detto.
Federigo riprese:”Voi avete una buona nuova da darmi e me la fate tanto sospirare?”
“Io? Ma se ho l’ inferno nel cuore… cosa vi aspettate da me?”

Mi sono ricordata di questa pagina leggendo il discorso di oggi di Papa Francesco contro i corrotti, gli schiavisti e i costruttori di armi…..Chi costruisce la sua vita nell’iniquità e nello sfruttamento dei più deboli si illude di costruire la propria felicità, ma non si accorge che l’ odio che alimenta intorno a sè lo  fa solo vivere in un anticipo di inferno…Avere l’ inferno nel cuore …credo sia il modo più triste di vivere la propria vita…anche a prescindere da ogni credenza religiosa

Che strana sensazione….

Ho una strana sensazione di fronte alle inchieste di questi giorni: dall’ EXPO al MOSE è un continuo di aggiornamenti che allargano sempre più i confini del mondo della corruzione col coinvolgimento di personaggi sempre più eccellenti….

Ho una strana sensazione, dicevo, un disagio , un’ amarezza profonda nel vedere come si sia abusato del denaro versato con tanti sacrifici dalla gente come me…Ma nello stesso tempo mi viene un sospetto: che si cerchi di coinvolgere sempre più gente, sparando nel mucchio, che si cerchi di sollevare un polverone sempre più denso e maleodorante  per confondere l’ opinione pubblica e non far capire più chi sono i veri colpevoli…nella logica ampiamente conosciuta: tutti colpevoli, quindi nessun colpevole….

Trasparenza…

Ci sono negozi in cui i prezzi delle merci vengono stabiliti di volta in volta  a seconda di chi compra o di quanto viene acquistato ?

Sono andata in un negozio stamattina ho chiesto un certo prodotto; il commesso mi ha detto di avviarmi pure alla cassa perchè lui avrebbe portato là l’articolo che avevo chiesto….Poco dopo è arrivato e ha detto alla cassiera quanto dovevo pagare; questa però ha consultato un listino prezzi e mi ha fatto un conto diverso: in pratica ha dimezzato il prezzo dell’ articolo …. ma non sarebbe più corretto che su ogni articolo  figurasse il prezzo di vendita?

Meno male che la cassiera è stata scrupolosa, tuttavia sono uscita con un senso di disagio….in quel negozio manca la trasparenza sui prezzi….

Pentecoste in Vaticano.

Qualche tempo fa alla presenza dei politici israeliani e palestinesi:

“Tutti desideriamo la pace – disse  il Papa in Terra Santa, invitando i due presidenti in Vaticano -. Tante persone la costruiscono ogni giorno con piccoli gesti. Molti soffrono e sopportano pazientemente la fatica di tanti tentativi per costruirla e tutti, specialmente coloro che sono posti al servizio dei propri popoli, abbiamo il dovere di farci strumenti e costruttori di pace, prima di tutto nella preghiera. Costruire la pace è difficile, ma vivere senza pace è un tormento. Tutti gli uomini e le donne di questa terra e del mondo intero ci chiedono di portare davanti a Dio la loro ardente aspirazione alla pace” lincontro-di-preghiera-a-tre-voci-oggi-in-vaticano-per-la-pace

I presidenti dei due popoli in lotta da quasi un secolo, oggi , aderendo all’ invito di Papa Francesco, si incontrano in Vaticano col Papa stesso e con  il patriarca ortodosso  Bartolomeo.

Oggi è anche la festa della Pentecoste, la festa che ricorda la nascita della Chiesa, la discesa dello Spirito che fece sì che uomini di diverse lingue capissero le parole degli apostoli che parlavano in aramaico. La scelta di questo giorno non mi pare affatto casuale: là dove decenni di lotte sanguinose e di trattative obtorto collo non hanno portato a nessun passo decisivo verso la pacifica convivenza dei due popoli in guerra perenne, là dove le parole umane si sono rivelate vuote e impotenti, solo l’ intervento Divino può smuovere le barriere della diffidenza e dell’ odio.

Credo che chiunque abbia a cuore la causa della Pace, fondata sulla giustizia e sul rispetto reciproco, oggi unirà la propria preghiera a quella di Papa Francesco e dei suoi ospiti…..