I vuoti di memoria dei Tedeschi….

Leggete questo  interessante articolo che compare su “Il Sole 24 ore” on line.

Racconta molto bene , facendo riferimento a un libro scritto da un ex-ministro tedesco, qualcosa di cui avevo sentito solo qualche accenno .
Per ben due volte l’ Europa ha “graziato” la Germania sull’ orlo del fallimento: , condonandole i debiti di ben due guerre mondiali da essa stessa scatenate . La prima volta fu nel 1953, quando le furono dimezzati i risarcimenti che le erano stati imposti e la seconda volta dopo la riunificazione.
Solo così la Germania ha potuto rialzarsi e diventare il paese forte che è ora, ma la Merkel e il suo entourage sembrano non ricordare e continuano a persistere in una politica che porta alla distruzione dell’ Europa. Sappiamo quanto sia difficile per i Tedeschi cambiare idea o ammettere di aver sbagliato, ma l’ impoverimento dei loro vicini non potrà non avere conseguenze (e i sintomi ci sono) anche sulla loro economia.
Ascoltando la radio , mi è parso di capire che la legge di stabilità proposta dal nostro governo è, almeno in parte, una sfida alle regole imposte dall’ Europa; se così fosse ne sarei felice …..forse bisogna osare una sfida all’ ultimo euro (non all’ ultimo sangue, per fortuna) per mettere  la Germania  davanti allle sue responsabilità.