Come il sole all’ improvviso…

Questa è la canzone per cui ho cominciato a conoscere e ad apprezzare Zucchero sia come autore che come cantante : la sua voce così particolare ha saputo qui creare un’ atmosfera così dolce e malinconica e piena di pathos che subito mi ha colpito al primo ascolto. Da allora  apprezzo di Zucchero qualunque sua canzone, anche quelle più stravaganti e con testi bislacchi: sa sempre trasmettermi un’ emozione positiva.

 

Una carezza….

Tra le foto che sono state scattate ieri a Rebibbia ( dove il Papa ha celebrato la “Missa in Coena Domini”), quella che più mi ha commosso è questa qui sotto: abbiamo già visto anche altri Papi, accarezzare e stringere mani, baciare bambini e malati, ma è meno frequente vedere un uomo che accarezza il Papa, che Gli rivolge un gesto di tenerezza come se si trattasse del proprio padre…..  davvero questo Papa sa farsi padre di tutti.

Giovedì Santo.

Oggi comincia il triduo liturgico  che sta al centro del Cristianesimo. L’ Ultima Cena con la lavanda dei piedi, il lungo bellissimo discorso di Gesù ai suoi (quasi un testamento) e la distribuzione del pane e del vino rendono il Giovedì Santo particolarmente suggestivo.

Molti artisti si sono ispirati a questo momento della vita di Gesù, ma forse nessuno meglio di Leonardo ha saputo rappresentare il senso di smarrimento che ha colto gli Apostoli di fronte alle parole con cui Gesù dice che qualcuno tra di loro lo tradirà…