Tanti stranieri a Como.

Como panoramaIeri a Como c’erano moltissimi turisti, ma non i soliti che vengono da Milano a fare finta di essere in vacanza…no! Erano turisti veri, quasi tutti stranieri che facevano lunghe code ai punti di imbarco per la piccola crociera sul lago. Li sentivamo parlare molte lingue straniere, ma la predominante era quella inglese e Samuele traduceva le frasi che riuscivamo a captare en passant.

A un certo punto, passando davanti a un bar, abbiamo sentito una donna anziana che, tenendo in mano un cono gelato, urlava , in inglese,che qualcosa era costato troppo e univa alle sue proteste colorite parolacce, che solo Samuele ha capito e che non ha voluto o saputo tradurre. Sembrava anche un po’ alterata e forse aveva bevuto qualche birra di troppo, ma è anche vero che la città di Como è molto cara ….forse perchè i vicini svizzeri, che spesso passano il confine per fare shopping, possono spendere senza troppi problemi.

Mi chiedo però se sia una politica giusta quella dei prezzi alti : è vero abbiamo paesaggi bellissimi, clima invidiabile e beni culturali a non finire…ma alla fine, se facciamo costare troppo tutto questo, chi ha avuto la bella idea di venire nel nostro paese per una volta, non ci tornerà mai più….Ci conviene?

Sacrifici a Moloch.

sacrifici a MolochQuand’ero piccola, la domenica pomeriggio potevo assistere alla proiezione del film in programmazione nel cinema parrocchiale. Di solito erano film western o di Jerry Lewis o i cosiddetti peplum, film pseudostorici ambientati nell’antichità.

In questi ultimi film c’era spesso la scena del giovinetto o della giovinetta offerta in sacrificio agli dei, per placarne l’ira o per implorare protezione e mi chiedevo sempre perché si dovesse proprio sacrificare una vita giovane Allora non mi sapevo rispondere, ma ora sì: il fatto è che a decidere chi dovesse essere sacrificato erano i vecchi!!!

La cosa, mostruosa e orribile, si sta ripetendo oggi e non in un film, ma nella realtà delle guerre medio-orientali : si mandano ragazzini di 12 anni a fare i kamikaze!!!! Li si offre in sacrificio al crudele Moloch della guerra!
Era già successo nella guerra Iran-Iraq e ora è lo Stato Islamico a usare i bambini come proiettili: mi pare un segno di disperazione …. gli ultimi rantoli prima della fine. Almeno spero….