Congelamento.

Il freddo di queste mattine piene di brina ben si confà al “congelamento” della crisi di governo.

In questo articolo di Repubblica sono elencate le 10 leggi che ora rischiano di essere azzerate e tra di esse ce ne sono di buone, che forse non avranno più altra occasione per essere approvate.
Intanto oggi, con estrema rapidità, roba da record, verrà approvata la legge di bilancio…..mi chiedo quanti giorni ci sarebbero voluti se il governo non fosse dimissionario?
E mi chiedo quanto di politica “contro a tutti i costi” ci sia in questo paese, dove ognuno guarda all’interesse del proprio orticello senza pensare ai guasti che produce alla collettività?
Fino a ieri l’Italicum era l’anticamera del dispotismo, ora i suoi più accaniti e feroci oppositori si dicono disposti a votare con l’Italicum .
Io penso che Mattarella sappia bene cosa sia meglio fare per il bene di questo paese che meriterebbe politici più seri e responsabili (su tutti i fronti) e se si andrà al voto con qualunque legge elettorale lo si faccia, l’esito sarà da rispettare, ma quelli che pensano di vincere la prossima tornata elettorale solo perchè erano dalla parte del NO, credo si illudano fortemente….alle politiche la gente vota con altro atteggiamento e con meno entusiasmo e tutto potrà cambiare di nuovo.
In definitiva non rimpiango i tempi in cui la nostra democrazia era bloccata al punto che non ci si poteva mai aspettare alcuna novità dal voto popolare; ora ci sono capovolgimenti repentini, l’opinione pubblica non è più “governabile”  dai mass media e ogni volta ci si può attendere qualche sorpresa. Evviva!