Sì, viaggiare….

Per finire questi miei brevi flash sul viaggio in Ungheria, vorrei fare ancora alcune considerazioni .

L’ aspetto organizzativo della nostra spedizione non ha mai mostrato pecche e anche gli alberghi erano in genere quanto di meglio le località potevano offrire; l’ autista è stato sempre puntuale ad ogni appuntamento e sempre molto prudente nella conduzione del mezzo a lui affidato; della guida ho già parlato: una signora non più giovanissima, ma molto esperta e molto colta, che ha saputo rendere interessante ogni tappa, mischiando di tanto in tanto alla storia del paese o all’ illustrazione dei fatti di attualità anche note sue biografiche, che ben esemplificavano i concetti che stava esponendo. Mi sono spesso affiancata a lei durante gli spostamenti a piedi e ho sempre potuto trovare un’ interlocutrice sensibile e intelligente.

L’ animazione del gruppo era affidata anche a don Ivano, il sacerdote che è sempre stato l’ anima dell’ UTE di Erba. Mi piaceva il suo modo provocatorio di discutere tutti gli argomenti (a proposito: quanto è vasta la sua cultura?) , anche quelli religiosi, che egli affrontava con spirito critico verso certe degenerazioni che nei secoli hanno finito col rendere meno chiaro e meno autentico il messaggio evangelico. Se la sua impostazione ideologica diventasse maggioritaria nella Chiesa, forse ne guadagnerebbe l’ immagine, piuttosto sfocata al giorno d’ oggi, con la quale Essa si presenta al mondo.

Il gruppo, poi, composto per lo più da coppie di coniugi o di amiche, si è sempre mostrato vivamente interessato agli aspetti culturali del viaggio, senza disdegnare i momenti conviviali e ludici.
C’ era una coppia di coniugi dietro di me (sul pullman) che sentivo chiacchierare con dovizia di particolari dei loro precedenti viaggi o di attualità : erano informatissimi su tanti argomenti e sono rimasta veramente stupefatta quando ho saputo che lui aveva 85 anni (!!!) e lei 77.
Se viaggiare fa invecchiare in modo così splendido, credo che viaggerò anch’ io, appena sarà possibile…

2 thoughts on “Sì, viaggiare….”

  1. Se pensi che viaggiare in modo così splendido sia l’elisir di lunga vita ti posso dire, per l’esperienza acquisita nel mio” molto passato” di guida turistica, che se non sei già invecchiata bene non andresti molto lontana.
    Allora non c’erano i pullman turistici di oggi, con tutte le comodità ,WC compreso, e se fossi stata una “Miss K” o avessi avuto altri problemi saresti stata un “rallentamento” sulla tabella i marcia. Negli anni 60 arrivavano gli inglesi a frotte e mi sorprendeva sempre la loro età, soprattutto nelle donne, tutte molto vecchie ma molto arzille, desiderose di scoprire una volta Firenze e l’altra Pisa, sempre in giornata. Non so se erano invecchiate bene per il gran viaggiare, credo piuttosto che fosse il desiderio di almeno quel viaggio che, offerto a basso costo dalle agenzie inglesi era stato un vero boom tra i pensionati ed una tentazione irrinunciabile. Non ne ho più rivista nessuna ma stavano già tutte bene. Ciao

  2. Ciao, nonna mimma! Penso che tu abbia ragione, ma visto che mi devo trovare una scusa per spendere altri soldi in viaggi, questa dell’ invecchiamento “arzillo” potrebbe acquietare la mia coscienza, che altrimenti mi vieterebbe di spendere per me sola somme non sempre modiche… :-))). Buona notte e grazie della tua presenza qui.

Comments are closed.