UTE: Aelredo di Rielvaux.

L’amore divino, vissuto dall’uomo, porta all’amicizia, cioè a quella relazione profonda che Gesù stesso vive con noi, perché vuole i discepoli come suoi amici. Si potrebbe dire che proprio l’amicizia spirituale è la caratteristica di fondo della spiritualità di S. Aelredo e diventa di fatto il suo capolavoro.

Ho qui sopra riportato uno dei commenti di don Ivano alla figura del santo monaco ; per continuare la lettura fare un clic sul link qui sotto:

AELREDO DI RIEVAULX e testi

UTE: Tahar Ben Jelloun.

Incipit della lezione di don Ivano Colombo:

È uno degli scrittori più conosciuti e più letti del mondo maghrebino, anche se lui preferisce l’uso della lingua francese e come tale si colloca nel mondo occidentale, perché di fatto ne coltiva i valori, quelli che lui acquisisce nella Francia laica, uscita dalla Rivoluzione. Nel mondo occidentale tuttavia egli vuole far conoscere la realtà islamica, verso la quale prevalgono tanti pregiudizi da parte degli occidentali, pregiudizi che vanno fugati, anche se una certa immagine data dai conservatori del mondo musulmano può spiegare questo atteggiamento negativo

Per proseguire nella lettura cliccare qui sotto:

TAHAR BEN JELLOUN

UTE: Il libro di Rut …nella giornata del dialogo tra ebrei e cristiani.

Ruth and NaomiDal commento di don Ivano al libro di Rut….

Nella Giornata dell’approfondimento del mondo ebraico si propone quest’anno la conoscenza del libro di Ruth, perché offre indubbiamente aspetti della vita quotidiana degli Ebrei con un dettaglio, per nulla insignificante oggi, che riguarda l’accoglienza dello straniero, il quale entra a far parte integrante della storia e della cultura, come elemento costitutivo.
Ci si propone di comprendere meglio questo libro e ciò che in esso è contenuto, cercando di capire come possa essere considerato nel mondo ebraico e come di riflesso viene letto nel mondo cristiano

Per leggere il testo biblico e i relativi commenti basta cliccare sul link sottostante:

LIBRO DI RUT

UTE: Mare nostrum – Annalena Tonelli.

Da sola ANNALENA TONELLI si è dedicata ai suoi Somali, come già aveva fatto in Kenya, venendone cacciata via. Diciamo che è sola perché non fa parte di alcuna organizzazione, neppure di carattere religioso. Per quanto cattolica e decisa a muoversi forte della sua fede, non ha comunque cercato appoggi sia sotto il profilo economico, sia sotto il profilo organizzativo, contando sugli aiuti che gli venivano dagli amici in Italia…

Così inizia il racconto di don Uvano; chi volesse proseguire la lettura clicchi sul link sottostante…

UTE di ERBA – Annalena Tonelli

 

UTE: Don Andrea Santoro a dieci anni dall’uccisione…

Così inizia la lezione di don Ivano….

Storicamente il mondo islamico più ostile al mondo occidentale è stato il mondo turco, perché di lì veniva quel genere di contrapposizione armata che ha portato spesso allo scontro e comunque a fronteggiarsi tra le due parti del Mediterraneo, non più considerato “Mare nostrum”.
Se nel Medioevo erano stati frequenti i contatti culturali e commerciali tra mondo arabo e mondo europeo, non più così quando si affacciano i Turchi, che di fatto assumono il califfato e quindi anche la guida politica del mondo arabo in nome della comune religione. Di fatto anche gli arabi erano asserviti al potere della “Sublime Porta” di Istanbul.
Dopo i vani tentativi di penetrare in Europa giungendo fino a Belgrado e alle porte di Vienna, i Turchi si attestano nella penisola balcanica, dove si creano territori a maggioranza musulmani. Tuttavia anche qui il Cristianesimo, per quanto minoritario o comunque tollerato, non riesce ad essere sradicato

Chi volesse proseguire la lettura deve solo fare un  clic sul link sottostante.

 

UTE – don Andrea Santoro

UTE : Mare nostrum: Tibhirine

Nel tema “Mare Nostrum” rientra l’analisi dell’ apporto di personaggi e popolazioni, vissute sulle sponde del Mediterraneo, che abbiano contribuito a rendere questa parte di mondo così come è.

Tra questi ci sono i monaci di Tibhirine, trucidati 20 anni fa dal fanatismo islamico. Per accedere al testo integrale della lezione cliccare  sul link sottostante.

UTE di ERBA – Tibhirine

Natale 2016

La bella lezione natalizia di don Ivano e di Manuela Beretta si conclude con una preghiera di cui riporto qui sotto le ultime righe.
“Nascendo anche oggi tu ci ricordi che dobbiamo sempre cominciare e ricominciare di lì, da quel continuo generare che è la vera azione positiva che cambia il mondo, proprio perché ci dà il continuo ricambio. E tu continuando a nascere, continuando a vivere, continuando a morire e continuando a risorgere, dai al nostro vivere la sola speranza che abbiamo ancora, che possiamo coltivare. Mentre ti diamo il benvenuto, ti ringraziamo, perché continuiad aver fiducia, a sperare per noi, a volerci un gran bene!

Cliccando due volte sul link sottostante si può accedere al testo completo della lezione corredato da bellissime immagini.

NATALE 2016