Un silenzio da far vergognare.

La notizia ha fatto solo una fugace comparsa sui giornali on line, ma nessuno ha dato risalto alla notizia: 26 giovani donne, tra i 14 e i 18 anni, di origine nigeriana, sono morte forse per annegamento nell’attraversamento del Mediterraneo, ma non è escluso l’omicidio.

Se penso al clamore suscitato dall’abbattimento di un orso qualche tempo fa, mi sento avvampare di vergogna, per il silenzio che ha invece accolto questa notizia.  L’indifferenza  verso i deboli e lo stravolgimento della scala dei valori sono i mali peggiori della nostra società.

Veder cadere le foglie (N. Hikmet)

viale-dautunnoVeder cadere le foglie mi lacera dentro

soprattutto le foglie dei viali

Soprattutto se sono ippocastani

soprattutto se passano dei bimbi

soprattutto se il cielo è sereno

soprattutto se ho avuto, quel giorno,

una buona notizia

soprattutto se il cuore, quel giorno,

non mi fa male

soprattutto se credo, quel giorno,

che quella che amo mi ami

soprattutto se quel giorno

mi sento d’accordo

con gli uomini e con me stesso.

Veder cadere le foglie mi lacera dentro

soprattutto le foglie dei viali

dei viali d’ippocastani.

(N.Hikmet)

Quando si è felici e ci si sente in armonia con se stessi e col mondo intero, veder cadere le foglie può farci ricordare quanto sia breve la bella stagione e quanto sia fragile la felicità che ci pervade.

La vita è bella

Bellissima voce e bellissime parole su una musica dolce e indimenticabile.


 

Smile, without a reason why
Love, as if you were a child
Smile, no matter what they tell you
Don’t listen to a word they say
‘Cause life is beautiful that way
Tears, a tidal-wave of tears
Light, that slowly disappears
Wait, before you close the curtain
There’s still another game to play
And life is beautiful that way

Di…didididi….

Here, in his eyes forever more
I will always be as close
as you remember from before.
Now, that you’re out there on your own
Remember what is real and what we dream is love alone.

Keep, the laughter in your eyes
Soon, your long awaited prize
We’ll forget about our sorrow
And think about a brighter day
‘Cause life is beautiful that way

Di…didididi….

We’ll forget about our sorrow
And think about a brighter day
‘Cause life is beautiful that way

There’s still another game to play
And life is beautiful that way

Variazioni nel calendario UTE.

Le prossime lezioni hanno subito alcune variazioni per esigenze dei docenti. Pertanto il calendario delle prossime settimane sarà il seguente:
Martedì 7 :
ore 15 – STORIA IL CENTENARIO DI CAPORETTO 9/11/17 –  DIARIO DI GUERRA DI GADDA docente: Mario Porro
ore 16 – FILOSOFIA GRAMSCI:: I QUADERNI DAL CARCERE (1° e 2°) (IN OCCASIONE DEGLI OTTANT’ANNI DALLA MORTE) – docente: Brunella Tatafiore 
Venerdì 10
ore 15 –  MEDICINA: “Weird,strano”- Docente: Lissoni 
ore 16 –  STORIA- Riforma Protestante:LE ORIGINI E LA FORMAZIONE CULTURALE DI LUTERO . Docente: Cossi
Martedì 14-
ore 15/17 – STORIA: LA RIVOLUZIONE SOVIETICA DEL 1917 LA FIGURA DI LENIN – 
docente: don Ivano Colombo
 
Venerdì 17
ore 15 . STORIA FIGURE E COSCIENZE CRITICHE NELLA SOCIETA’ NELLA CHIESA.: FASCISMO, GUERRA E PAPATO VISTI DA DON PRIMO MAZZOLARI docente: Mariella Russo  
 16-  SCIENZE -“INGEGNERIA GENETICA: GIOCARE A FARE DIO? Cosa si sta veramente facendo..- docente dr. Sassi.
                                                              
                                                           

La notte di Guy Fawkes

guy-fawkesMentre sto scrivendo, continuano (da ore ormai) a esplodere in tutti i quartieri i fuochi d’artificio: è la notte di Guy Fawkes, ricorrenza festeggiata in tutto il Regno Unito e nelle ex-colonie.

Era il 1605 e il cattolico Guy Fawkes con alcuni compagni aveva predisposto un attentato al Palazzo di Westminster: voleva farlo saltare in aria durante la cerimonia di apertura del parlamento presenziata dal re Giacomo I. Una lettera anonima però svelò la congiura e Fawkes fu arrestato e torturato; insieme a lui furono impiccati o decapitati tutti i congiurati.

Da allora la ricorrenza viene festeggiata con fuochi d’artificio, mentre sui falò viene bruciato un fantoccio di stracci che rappresenta il traditore Guy Fawkes.

Già comincia la corsa ai regali …

natale-da-furtnum-and-masonIeri, camminando nei tunnel della metropolitana mi sentivo una formica: avete presenti le gallerie di un formicaio che si inoltrano in strati sempre più bassi del terreno e lì i piccoli insetti neri si affrettano avanti e indietro sempre indaffarati? Ecco, nelle viscere di Londra ieri ogni galleria era gremita di gente che, come un fiume incessante, cercava di raggiungere il proprio treno o cercava di tornare in superficie.

Uscendo all’aperto però lo scenario cambiava ben poco: per camminare sui marciapiedi bisognava stare attenti a non scalciare chi ti stava davanti e a non farsi scalciare da chi ti stava dietro…. Eravamo nelle vie eleganti di Londra, dove già è cominciato lo shopping natalizio.

Prima tappa: Furtnum and Mason, trisecolare emporio fornitore di delizie della casa regnante. Qui tutto ciò che è esposto ha il sapore delle cose riservate alle élites, i commessi sono estremamente gentili e indossano il frac e tutto è estremamente bello e raffinato, tanto che ti senti prendere da una sottile voglia di andartene al più presto, almeno a me e a Samuele succede così…

Sulla stessa via c’è anche una libreria che occupa diversi piani, dove puoi trovare libri di tutti i generi (ma non una versione per bambini delle favole di Fedro, anzi il commesso non riusciva proprio a capire chi fosse Fedro…è dovuta intervenire una commessa italiana) e sostare, tra un libro e un altro, a un punto di ristoro; a questo proposito è in uno di questi che ho potuto sorbire il più disgustoso sorso di caffè che mai si possa immaginare: due ragazzi alle prime armi come barman avevano sbagliato qualcosa e ne è sortita quella bevanda imbevibile… Nonostante l’incidente, da Waterstones l’atmosfera è veramente piacevole ….

Ultima tappa: il paese dei balocchi, così si potrebbe definire l’enorme supermercato dei giocattoli dove Samuele ha sperimentato come è facile farsi incantare dai venditori che hanno come unico obiettivo quello di scucirti dalle tasche un po’ di soldini: ha acquistato due giocattoli coi suoi soldi, ma appena arrivato a casa ha scoperto che erano pressoché inservibili…

Vedere tanto sfoggio di ricchezza e di lusso per le vie eleganti (in ogni città, ma qui in modo particolare) mi fa sempre venire alla mente, in automatico, l’immagine dei barboni appena visti nelle strade un po’ fuori mano …. e mi si stringe il cuore…

 

Quando una ragazza….

Quando una ragazza di buona famiglia (come si diceva) manifestava l’intenzione di fare l’attrice o la cantante, era sempre molto osteggiata, per la cattiva fama dell’ambiente dello spettacolo. Si sussurrava che per fare breccia in quel mondo bisognasse essere disposti a scendere a compromessi, a essere “gentili” con chi in quel mondo aveva potere e si diceva inoltre che potevi essere scartata come un limone spremuto appena qualcun’ altra si fosse dimostrata più “gentile”.

Si sussurrava tutto questo, ma non veniva mai ammesso pubblicamente, né tanto meno denunciato: le cose stavano così da sempre e così dovevano continuare ….c’era rassegnazione e connivenza, come con la mafia.

Ora pare che questo tabù stia cadendo e come una valanga sta travolgendo il mondo del cinema americano e non solo; pare che anche il governo britannico stia tremando per questi scandali che vengono alla luce.

Questo momento credo debba essere salutato e accolto con grande soddisfazione da tutti; forse segna l’inizio del rifiuto della mentalità dominante fino ad ora: chi ha potere può ricattare il più debole, può negargli il diritto ad affermarsi se non soggiace ai soprusi e alla prepotenza.

Direi che è il momento di fare molto clamore e di scoperchiare le malefatte di chi si è sentito arbitro dei destini altrui: lo dobbiamo alle generazioni future .

Serata …panoramica.

wp_20171031_19_47_26_proIl grattacielo detto scherzosamente “Walkie-Talkie” per la sua forma, ospita al 35° piano ristoranti, bar e terrazze panoramiche. Da lassù si può spaziare con lo sguardo sulla città di Londra, che, di sera, offre uno spettacolo mozzafiato.

E’ lassù che ieri sera abbiamo festeggiato il compleanno di mia figlia Grazia.

Lungo il tragitto di andata e ritorno mi ha colpito l’assoluta normalità dei londinesi; mi aspettavo, come gli altri anni nel periodo di Halloween di vedere ovunque visi orribilmente truccati, cicatrici sanguinolente, coltelli infilati nel collo o nelle tempie e altre amenità del genere ….e invece non ho visto nulla di tutto questo. Solo in TV protagonisti di show e presentatori sfoggiavano trucchi “horror”, la gente invece pare aver altro da pensare……

Il Pianeta blu.

Programme Name: Blue Planet II - TX: n/a - Episode: Blue Planet II - early release (No. n/a) - Picture Shows:   - (C) BBC/Lisa Labinjoh/Joe Platko - Photographer: screengrab/Lisa Labinjoh/Joe Platko
Programme Name: Blue Planet II – TX: n/a – Episode: Blue Planet II – early release (No. n/a) – Picture Shows: – (C) BBC/Lisa Labinjoh/Joe Platko – Photographer: screengrab/Lisa Labinjoh/Joe Platko

Ci sono documentari un po’ noiosi e documentari che ti lasciano senza fiato dalla meraviglia.

BLUE PLANET II fa parte della seconda categoria: un’esperienza non solo visiva, ma anche contemplativa ….sì perchè la visione di immagini straordinarie catturate con lavoro di anni di appostamenti e spostamenti nelle acque di tutti gli oceani può indurre veramente alla contemplazione della bellezza della vita su questo nostro pianeta.

Io ho visto quelle immagini solo davanti al piccolo schermo, ma è facile immaginare la meraviglia che possono suscitare sullo schermo cinematografico.

Nonostante lo stiamo maltrattando in molti modi, il nostro Pianeta è ancora bellissimo e conserva una straordinaria vita selvaggia: abbiamo  il dovere di preservare tanta bellezza per fare in modo che anche i nostri nipoti possano continuare ad ammirarla.

Film: Treno di notte per Lisbona.

Facebook, come ho già detto altre volte, non va demonizzato: come tutte le cose può essere usato correttamente e perciò svolgere un ruolo di comunicazione importante, o può essere usato come piazza di pettegolezzi o di sbraitamenti scomposti e volgari.

Ieri sera sono stata invitata a partecipare a un cineforum da un amico virtuale che non perde occasione per proporre post di interesse culturale e artistico. La cosa mi ha incuriosito e, seguendo il link proposto, ho potuto visionare il film: TRENO DI NOTTE PER LISBONA – regista Bille August, interprete principale Jeremy Irons.

Ne ho letto una stroncatura incredibile su “My Movies”, che mi pare eccessivamente severa, visto che propone comunque dei temi sempre validi: l’imprevedibilità dei casi della vita, la difesa della libertà contro la violenza della dittatura, il valore dei ricordi e la constatazione che solo la generazione che ha vissuto la Resistenza, ne comprende il valore, mentre per le giovani generazioni tutto quel periodo eroico fa parte di un mondo lontano.

Il tranquillo professore svizzero, abbandonato dalla moglie perchè troppo noioso, si ritrova a mettere a repentaglio la sua tranquilla routine quotidiana per conoscere meglio l’autore di un libro capitatogli tra le mani e per questo arriva a Lisbona, dove scopre la vicenda di un gruppo di amici che erano entrati nella Resistenza ai tempi della dittatura di Salazar. Dopo aver ricostruito attraverso le testimonianza dei superstiti le vicende di quei giovani, è portato a confrontare la sua vita grigia e senza scossoni con la loro e, forse (il film non lo dice), pensa di voltare pagina accogliendo l’invito di una donna conosciuta durante il soggiorno a Lisbona.

Non mi intendo di tecniche cinematografiche e non sono riuscita a cogliere le incongruenze evidenziate dal critico di My Movies, ma posso dire di aver seguito con interesse il film e di essermi sentita coinvolta.