Ascoltando la radio: il caso Monte Paschi…

Il caso del giorno è il buco nero scoperto in MONTE PASCHI. Per tutta la mattina ho seguito varie rubriche alla radio , tutte incentrate su questo caso . Io non capisco molto di queste faccende di finanza e di economia, ma da ciò che ho sentito posso dedurre che:
* l’ affare Monte Paschi è conosciuto da tempo (ne avevo sentito parlare anch’ io tante volte);
* tutti ne erano a conoscenza : Banca d’ Italia , Tesoro (e quindi Tremonti) e governi succedutisi in questi ultimi anni;
* la sinistra ha le sue responsabilità avendo governato la città di Siena che ha nella banca inquestione un ruolo di rilievo;
* la destra non può dirsi estranea, perchè era al governo .

Inutile perciò tirarsi a vicenda la croce addosso per fini elettorali : meglio continuare a stare zitti come lo si è stati fino ad ora.

Tutti gli intervenuti nel dibattito hanno anche continuato a ripetere che la banca non è in pericolo e che i risparmiatori non devono temere nulla, perchè saranno comunque tutelati. Del resto a chi gioverebbe far saltare la terza banca d’ Italia con le conseguenze che questo avrebbe sull’ occupazione, sui risparmiatori, sulle altre banche e non solo a livello nazionale?

3 thoughts on “Ascoltando la radio: il caso Monte Paschi…”

  1. Diana hai ragione, far saltare questa banca metterebbe in crisi tanti risparmiatori. C’è un particolare, se non ho capito male, che per salvare la banca ci sarà un contributo (cospiquo) dello stato. E chi pagherà questo contributo ? I soliti noti. Quindi per non danneggiare i risparmiatori che hanno fatto degli investimenti azzardati (magari non per colpa loro) si attingerà dalle tasche di chi non sa nemmeno cosa sono azioni, investimenti e quotazioni di borsa. Hai ragione tu, tutti ne erano al corrente, destra sinistra e soprattutto Monti, che non ha fatto e non farà mai nulla per condannare le sue care banche. Adesso si danno la colpa uno con l’altro per darci fumo negli occhi e per farsi belli prima delle votazioni. La morale è che ci hanno e ci continuano a prendere in giro. E cosa fare? Dobbiamo continuare a subire e mettere mano al portafoglio mentre loro continuano e intascare emolumenti (vedi la cospiqua liquidazione per uscita dal parlamento).

  2. Non so proprio cosa si potrebbe fare, cara Egle, siamo purtroppo in balia di speculatori senza scrupoli……Chi ci ha guadagnato in questo affare pare siano alcuni dirigenti già allontanati dalla banca…..ma a pagare saremo tutti noi, questo è certo…Ciao!

    1. Devo aggiungere che già hanno cominciato a pagare i dipendenti che si son visti togliere tredicesima e quattordicesima…Ciao!

Comments are closed.