In bocca al lupo, ragazzi!

Quante volte ci siamo sentiti dire che i giovani di oggi si interessano solo di social, musica e, nei casi migliori, sport ! e quante volte abbiamo dovuto constatare, con dispiacere, il loro diffuso assenteismo quando si è trattato di andare a votare.!….

Per loro fortuna, sono nati in un’epoca in cui il voto è un diritto acquisito e non riescono a sentirne l’importanza per i sacrifici di tanti giovani come loro che, in altre epoche, hanno dato la vita per conquistarlo.

giovani-pd-alla-cena Se questo è il panorama che abbiamo immaginato fino ad oggi, a Erba c’è un gruppo di giovani che vuole sfatare questa idea poco entusiamante: Luca Gallarati e i suoi amici, tutti sotto i trent’anni, si  sono riuniti per presentarsi alle elezioni amministrative di Erba, appoggiando la candidatura di Ghioni insieme al PD. Vogliono portare avanti le istanze dei loro coetanei, che sono spesso costretti a uscire dalla città sia per trovare strutture in cui divertirsi, sia per trovare luoghi di incontro e di studio, sia (e sempre più) per trovare lavoro.

La ristrutturazione del centro di Erba e quella della vecchia stazione ormai inutilizzata, offre un’ occasione unica, da cogliere al volo;  i ragazzi l’hanno capito e vogliono poter far sentire le loro proposte e, comunque vadano le cose, potranno almeno dire di averci provato.

In bocca al lupo, ragazzi!

Coralba a S. Bernardino

4117_chiesa-di-san-bernardino-arcellasco-erba-6Agli amici di Erba e dintorni:
Se vi giunge notizia che la Schola Cantorum Coralba di Albavilla ha in programma qualche concerto, non lasciatevelo sfuggire: è una corale stupenda, le voci sono sempre ben armonizzate e riescono a interpretare ogni genere musicale con grande maestria.
Li ho sentiti sabato sera nell’oratorio di S. Bernardino e in quell’atmosfera austera, ma intima, è stato un vero piacere dell’anima ascoltare canti gregoriani, rinascimentali, moderni, africani…. Una serata bellissima, da ripetere, se sarà possibile l’anno prossimo.

La gioia di cantare insieme.

coro ute a padernoE alla fine la bella festa dei cori UTE ha potuto svolgersi nel migliore dei modi, nonostante un attimo di confusione iniziale.

Si sono esibite otto corali provenienti da otto diverse Università della Terza Età; ognuna ha presentato un repertorio di musiche di vario genere, così abbiamo ascoltato pezzi di opera lirica, brani classici, canzonette, musica jazz e brani folcloristici.

Sono state due ore e mezzo veramente piacevoli per la bravura di tutte le corali, che ogni anno mostrano di aver conseguito miglioramenti notevoli rispetto alla rassegna precedente.

Ascoltando i motivi più popolari, molti tra il pubblico istintivamente erano indotti a canticchiare anche loro, ma lo facevano sottovoce per non disturbare troppo e questo mi fa dire che sarebbe bello inserire nella scaletta della manifestazione l’esecuzione di uno o più brani da cantare cori e pubblico insieme: credo che lo spettacolo sarebbe ancora più piacevole e festoso.

Rassegna di cori a Erba.

coro ute a padernoDa molti anni, in primavera, le corali affiliate alle Associazioni UTE lombarde si ritrovano per esibirsi nell’esecuzione dei brani preparati durante l’Anno Accademico in corso.

E’ sempre una bella festa che vede riunite tante persone, che, nella musica e nel canto, trovano non solo il modo di coltivare una passione profonda, ma anche il modo di stare insieme e di socializzare in serenità e allegria.  Per questo fine, nessuna attività è più efficace del canto corale.

Quest’ anno la rassegna dei cori si terrà Venerdì, 12 maggio, alle ore 15, a Erba, al teatro Excelsior, dove sarà allestita anche una mostra delle opere realizzate nel corso di quest’anno dal gruppo di pittura.

La manifestazione richiederà certamente un grande sforzo organizzativo da parte della nostra UTE, ma sono certa che il gruppo dirigente e i soci tutti si prodigheranno perchè tutto sia perfetto sia nell’accoglienza delle varie corali, sia nello svolgimento dello spettacolo…… e come diceva un tale …”Comunque vada sarà un successo!!!!”

Naturalmente l’ingresso è libero e aperto a tutti, ma se qualcuno vorrà lasciare “qualche eurino” avrà tutta la nostra gratitudine….

 

Papa Francesco e l’imam.

Tante volte mi sono chiesta se le autorità religiose islamiche facciano sentire una chiara voce di condanna per gli atti di terrorismo che da anni insanguinano il mondo e perchè tale condanna, ove sia stata pronunciata, non abbia la dovuta risonanza anche sui nostri mezzi di informazione.

Papa Francesco, con la sua visita odierna in Egitto, ha costretto il mondo a guardare verso quella terra che ha visto tanti martiri cristiani anche in questi ultimi tempi e ha dato occasione ad autorità religiose e civili islamiche di dichiarare che chi pratica e fomenta il terrorismo è fuori dall’ Islam. …… e ora nessuno può fare finta di non avere sentito ….. ora nessuno è più legittimato a gridare “Allah è grande!!!” mentre a tradimento sparge sangue innocente…. nessuno può più rivestire di sacralità il terrorismo ….

Bravo, Presidente!

La notizia è di qualche giorno fa, ma pare non abbia fatto molto rumore: forse ce la aspettavamo.

Il rating dell’Italia è stato declassato a BBB (prima era BBB+) e la motivazione non è tanto, o forse non solo, per i fattori economici, quanto per la paventata instabilità politica e per il dilagare dei populismi.

Secondo la mia personale, e certo poco autorevole opinione, questo si può attribuire al M5s. Chi avrebbe paura di una sua eventuale futura affermazione elettorale se avesse dimostrato disponibilità al dialogo con le altre forze politiche e quindi facesse intravvedere la possibilità di un governo di coalizione? Chi avrebbe paura di un eventuale governo a 5 stelle , se non andassero sbandierando antieuropeismo e idee antieuro (ben sapendo che per il nostro paese la loro attuazione sarebbe un vero disastro)?

Per questo il nostro Presidente Mattarella ha ragione a puntare i piedi: si deve fare subito una legge elettorale, quella stessa legge che i fautori del NO al referendum dicevano si potesse fare in 15 giorni……ma quanti 15 giorni sono passati da dicembre?

E ha ragione Renzi a volere una legge maggioritaria che assicuri la possibilità di un governo stabile e tolga possibilità di ricatto ai partitini di destra e di sinistra.

Perchè non prevedere il ballottaggio come in Francia? Lì due partiti che hanno ottenuto poco più del 20% si giocheranno la tornata elettorale …saranno escluse due forze politiche che hanno ottenuto poco meno del 20% e nessuno grida  al golpe …

 

Un gabbiano per amico.

il-gabbiano-jonathanRicordate la storia del Gabbiano Jonathan Livingston?

Era un gabbiano che non si accontentava di volare per procurarsi da mangiare, ma era alla ricerca della perfezione del volo e per questo veniva cacciato dallo stormo; nonostante questo continuò la sua ricerca….

Forse il Gabbiano Jonathan è tornato a vivere di nuovo sulla terra e ora frequenta questo balcone al nono piano di un palazzo di Greenwich…..

E’ da un po’ di giorni che, verso sera, un grosso gabbiano si viene a posare sulla ringhiera del balcone e guarda insistentemente dentro casa. La cosa dapprima appariva un po’ inquietante: perchè proprio su questo balcone? Cosa stava cercando? Ricordava forse chi prima abitava in questo appartamento?

Poi ragionando solo un attimo abbiamo pensato che forse stava solo chiedendo qualche buon boccone e Samuele gli ha buttato dei crackers: il primo è sparito in un sol boccone dentro al suo becco robusto, ma non deve essergli piaciuto molto, perchè gli altri sono rimasti malinconicamente a terra.  La sera successiva, il gabbiano è tornato e gli abbiamo dato qualche acino di uva: questa volta il gradimento è stato evidente e il gabbiano ha inghiottito velocemente i primi, dimostrando di non temere la vicinanza degli umani, poi ha preso nel becco l’ultimo acino e se ne è volato via…..

Chissà forse anche lui è un gabbiano “diverso” dagli altri, forse anche lui è uno “spirito” inquieto come il Gabbiano Jonathan e sta cercando di fare amicizia ….. A Samuele piace l’idea di avere un gabbiano per amico….

Nonne volanti

giardino-floreale-nel-parco-di-greenwich-londra-53920534Nonne volanti, nonne con la valigia, nonne che lasciano a casa le loro tranquille abitudini e corrono in soccorso di figli e nipoti……. quante ce ne sono? Credo che siamo in tante, dato che ne incontro sempre qualcuna durante le lunghe attese in aeroporto.

Ieri, invece, ne ho incontrata una al parco: i nostri nipoti si erano già conosciuti il giorno prima e avevano giocato al pallone insieme, perciò sono stati entrambi molto felici di ritrovarsi.

Noi due nonne ci siamo sedute vicine e la prima cosa che mi son sentita dire, è che lei non parla inglese, ma solo francese e subito la cosa mi ha riempito di gioia….. Proprio come me, questa nonna che viene da Lione comprende abbastanza la lingua inglese scritta, ma stenta a parlarla e non comprende per niente l’eloquio dei nativi…. Come me viene a fare la nonna durante i periodi di vacanza delle scuole, per dare una mano al figlio (padre di Karl), che vive separato dalla moglie. Come me non si trova benissimo qui in Inghilterra.

Mentre noi nonne parliamo (io tento di parlare in francese), i nostri nipoti giocano felici, poi decidono di arrampicarsi sulla collinetta di fronte scavalcando la recinzione, per poi rotolare giù: si stanno proprio divertendo!

La nonna di Lione mi dice che partirà all’indomani per poter partecipare alla tornata elettorale di domenica prossima e lamenta la grande manipolazione dell’opinione pubblica che i mezzi di informazione odierni mettono in atto. Poi parliamo di Brexit e dei timori che essa incute nei nostri figli che sono venuti a lavorare in questo paese …..anche questo cruccio abbiamo in comune….

 

 

Al tempo della Brexit.

Vivere in Gran Bretagna oggi, al tempo della Brexit, non è cosa che aiuti a rasserenare lo spirito. Immaginate di aver lavorato qui per oltre vent’anni, di aver pagato montagne di tasse (50% solo in busta paga), di aver contribuito perciò a finanziare il sistema sanitario, le scuole, le ferrovie, ecc. ….e di sentirvi dire tutto d’un colpo che potreste perdere il diritto alla pensione per cui avete pagato contributi salatissimi …. che siete indesiderati e che avete tutti i doveri di chi sta attorno a voi, ma non gli stessi diritti.

Ora Theresa May ha indetto le elezioni per il prossimo 8 Giugno: è stata una sorpresa per tutti…ma lo ha fatto perchè è sicura di vincere o perchè spera di perdere?

Nel primo caso, non credo che il risultato di un’elezione al giorno d’oggi possa essere dato per scontato: la gente fa presto a cambiare idea o partito… Nel secondo caso la May avrebbe tutta la mia ammirazione: avrebbe fatto la voce grossa e mostrato i muscoli solo per spaventare i brexiters e mostrare tutte le difficoltà della loro scelta…..

WP_20161017_10_38_34_Pro
Dal balcone

Stamattina un sito di informazione non troppo autorevole annunciava che alle prossime votazioni di giugno potranno votare anche i cittadini europei qui residenti: è certo  una bufala, perchè altrimenti si saprebbe già chi perderà….