Che caldo!!!

L’ estate è qui. Dedico agli amanti di questa stagione (io non sono tra questi)una famosissima canzone cantata da una altrettanto famosa voce.

Per restare in esercizio, incollo qui il testo e provo a darne una traduzione, visto che quelle che ho trovato sono davvero improbabili:

Summertime and the livin’ is easy
Fish are jumpin’ and the cotton is high
Your daddy’s rich and your ma is good lookin’
So hush, little baby, don’t you cry

One of these mornin’s, you’re gonna rise up singin’
you’re gonna spread your wings and you’ll take to the sky
But ’til that mornin’, there is nothin’ can harm you
With Daddy and Mummy, Mummy standing by
Don’t you, don’t you cry

TRADUZIONE:

Estate e la vita è facile/ i pesci saltellano (guizzano) e il cotone è alto/. Il Tuo papà è ricco e la tua mamma è bella/ Dunque, silenzio, bambino, non piangere/
Una di queste mattine ti alzerai cantando ,/ spiegherai le tue ali, e arriverai fino al cielo./ Ma fino a quella mattina, nulla potrà farti male /con mamma e papà; mamma starà in piedi (accanto a te)/ . No, non piangere….

Ricordate?

Questo è stato il  canto che ha aperto la rassegna di Bresso: qui un Elvis Presley in splendida forma lo interpreta in modo magnifico; incollo il testo in inglese per le mie amiche: non dobbiamo smettere di esercitarci o in breve non ricorderemo più nulla di quanto studiato fino ad ora….

“Can’t Help Falling In Love”

Wise men say only fools rush in
but I can’t help falling in love with you
Shall I stay
would it be a sin
If I can’t help falling in love with youLike a river flows surely to the sea
Darling so it goes
some things are meant to be
take my hand, take my whole life too
for I can’t help falling in love with you

Like a river flows surely to the sea
Darling so it goes
some things are meant to be
take my hand, take my whole life too
for I can’t help falling in love with you
for I can’t help falling in love with you

TRADUZIONE:

Gli uomini saggi dicono che solo gli stupidi fanno le cose d’istinto/ Ma non riesco a non innamorarmi di te/Dovrei dire che è un peccato?/ Se non posso fare a meno di innamorarmi di te/Come un fiume scorre verso il mare/Tesoro va così/Alcune cose sono destinate a essere così..

Prendi la mia mano, prendi anche la mia intera vita/Perché non posso fare a meno di innamorarmi di te/Come un fiume scorre verso il mare/Tesoro va così/Alcune cose sono destinate a essere così/Prendi la mia mano, prendi anche la mia intera vita/Perché non posso fare a meno di innamorarmi di te
/%/%/%/%/%/%/

Il testo è un po’ banale, ma la voce di Presley nobilita anche le banalità….

People.

Quando senti il peso del mondo sulla tua anima, anche l’ ascolto di una bella canzone e di una voce stupenda può servire a portare un po’ di serenità (Avevo postato il video della canzone cantata da Barbra Streisand, ma non so per quale motivo non lo vedo più e non riesco più a contattare You tbe)


People–people who need people
Are the luckiest people in the world,
We’re children, needing other children
And yet letting our grown-up pride
Hide all the need inside,
Acting more like children
Than children.

Lovers are very special people,
They’re the luckiest people
In the world.
With one person, one very special person
A feeling deep in your soul
Says you were half,
Now you’re whole.
No more hunger and thirst
But first be a person
Who needs people.
People who need people
Are the luckiest people
In the world!

Come il sole all’ improvviso…

Questa è la canzone per cui ho cominciato a conoscere e ad apprezzare Zucchero sia come autore che come cantante : la sua voce così particolare ha saputo qui creare un’ atmosfera così dolce e malinconica e piena di pathos che subito mi ha colpito al primo ascolto. Da allora  apprezzo di Zucchero qualunque sua canzone, anche quelle più stravaganti e con testi bislacchi: sa sempre trasmettermi un’ emozione positiva.

 

O mein papà…

Oggi è la festa del papà e  a tutti i papà che conosco e anche a quelli che non conosco, dedico una vecchia canzone.  Ce ne sono molte versioni su You tube, ma quella che mi pare meno sdolcinata è quella che copio qui di seguito.

Mi ritorna in mente  un vecchio ricordo di scuola, quando alla cena di congedo dai professori , prima del diploma, cantammo questa canzone al nostro prof di religione, don Mussini, che era stato per noi come un secondo papà : si può essere padri e madri anche senza generare biologicamente, ma prendendosi cura di figli di altri come se fossero propri.

Non voglio comunque dimenticare che oggi è S. Giuseppe e quindi: -Auguri  a tutti i Giuseppe e a tutti i papà !

hDlIW7J_8qo

Testo:

O mein papà, sei l’uomo più adorabile.
O mein papà, sei l’uomo più sincero,
O mein papà, sei tanto caro e amabile,
e nel tuo cuor c’è solo la bontà.
           Degli occhi tuoi gli sguardi m’accarezzano perché,
           Io so, per te son bimba(o) ancora.
O mein papà, fratello e amico unico,
O mein papà, sei tutta la mia vita.
E se l’amor potesse far miracoli,
vorrei tornar bambina(o) insieme a te.
O mein papà, o mein papà, o mein papà!