In Austria….

Polizia austriaca al confineIn Austria stanno prendendo il sopravvento i nostalgici di Cecco Beppe, il longevo imperatore che considerava il Lombardo -Veneto la zona di villeggiatura per sè e per la sua corte? E’ forse per questo che il governo austriaco vorrebbe poter sconfinare con la sua polizia in territorio italiano per controllare l’ arrivo dei migranti ? Considera la zona di confine un suo protettorato? Forse devono rileggersi i trattati della conferenza di pace di Parigi di cento anni fa….

Sentivo un commento alla radio poco fa : pare che la mossa degli austriaci sia più propagandistica che realmente efficace, tanto più che, a quanto si diceva, dovremmo essere noi a pretendere maggiori controlli, visto che il numero dei migranti che entrano in Italia dal Brennero supera di gran lunga il numero di quelli se ne vanno verso l’Austria.

Resta però il fatto che con queste mosse miranti a blandire il populismo dilagante, si rischia di compromettere un bene di cui non riusciamo ad apprezzare l’importanza, cioè l’ Unione Europea. E’ sempre la stessa storia: si apprezza la salute solo quando la si perde, si apprezzano le persone solo quando vengono a mancare e quando l’Europa sarà di nuovo soltanto un’espressione geografica, rimpiangeremo l’errore di non aver saputo costruire un mondo migliore per i nostri nipoti.

 

UTE: le lezioni della prossima settimana

Mentre ricordo che domani, venerdì 29 Aprile 2016 si terranno le lezioni della prof. Meggetto sulla comicità nella letteratura  e della prof. Zapparoli sulla musica del periodo dell’impressionismo (e già pregusto le belle immagini che accompagnano le musiche straordinarie che verranno proposte) ricordo a tutti il calendario della prossima settimana.

Martedì 3o

ore 15  – La prof.ssa Cinzia Granata ci parlerà di Alessandro D’Avenia, premio Mondello 2015.

ore 16 –il dr. Alberto Lissoni ci intratterrà sul tema : Antropomorfismo: Abitudini o necessità.
Venerdì 6
ore 15-17 — Avremo il piacere di ascoltare il dr. Ghioni , il sig. Franco Gottardi e la sig. ra Adriana Vasirani che ci parleranno di  “Ambiente , cura e paesaggio” nella letteratura dialettale milanese e lombarda: dalle origini ai giorni nostri.