Ritrovarsi.

Oggi ci siamo ritrovati in Sala Isacchi, che, come accade ogni anno al primo incontro, era affollatissima.  Una sorpresa densa di commozione ci ha dato il benvenuto: Marinetta, la prima regista della nostra compagnia teatrale, ci ha silenziosamente lasciato da qualche tempo, ma ha voluto donarci un suo estremo saluto inventando una scenetta dedicata proprio all’Ute.

In essa due anziani discutono sull’importanza della lettura, del tenersi aggiornati e quindi anche dell’importanza di frequentare l’Università, perchè non è mai troppo tardi per imparare e per tenere allenata la mente con riflessi benefici anche sulla salute fisica. Sembrava di poter riallacciare un colloquio con Marinetta, colloquio rimasto interrotto solo temporaneamente ….

Dopo questo momento, che ci ha commosso tutti, la nostra Presidente ha dato la parola alla sig.ra Airoldi, sindaco della città, che ha espresso il suo apprezzamento per la nostra benemerita associazione e poi sono intervenute la direttrice di Ca’ Prina e la rappresentante dei Lions.

Ha preso poi la parola don Ivano che ha introdotto il concetto di “legenda” nella sua accezione originaria: cose da leggere….. e dove leggere? Non c’è posto migliore della Biblioteca Comunale e la responsabile di questa istituzione cittadina è intervenuta per illustrarci tutti i servizi gratuiti, che essa offre, sia accedendo direttamente ai suoi sportelli, sia utilizzando i servizi on line. Grazie al coordinamento di tutte le biblioteche della Provincia è possibile accedere ad oltre un milione e mezzo di libri, documenti, giornali….. Soprattutto ha attirato l’interesse di tutti proprio l’opportunità di  leggere dal computer di casa i maggiori giornali nazionali ed esteri con la possibilità di ingrandire a piacimento le pagine e di usufruire del lettore elettronico …. e per chi ha problemi di vista  questa tecnologia è veramente di grande aiuto.

Anche oggi l’UTE non si è smentita: frequentandola si impara sempre qualche cosa di nuovo.

 

Leave a Reply